Musica per adulti

by MOOSTROO

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €9.90 EUR  or more

     

1.
03:58
2.
03:22
3.
04:05
4.
5.
04:30
6.
03:26
7.
05:16
8.
04:20
9.
05:17
10.

about

Il MOOSTROO è un essere carnale colmo di sentimenti. Lo era già in passato. Oggi si mostra trafitto dall'eros. Il suo amore è dentro le sue viscere da MOOSTROO, la sua mostruosità arde di erotismo. E questo amore il MOOSTROO lo canta, lo canta per esorcizzarsi, perché tutto il resto è rigurgito del male del mondo. E' “Musica per adulti”, perché l'amore ha una natura talmente complessa che solo gli adulti riescono ulteriormente a complicarlo.

Si intitola così il nuovo disco del mostruosus trio, a due anni dall'omonimo esordio, con il più tanti concerti sulle spalle e la volontà di fare evolvere il proprio suono, oggi più che mai abrasivo e in tensione.
Energica, quadrata e scolpita con dedizione, la “Musica per adulti” equilibra i tre strumenti in modo minimale, dinamico e vibrante con profondi scatti di nervi. Il basso è a fondamento e sa cantare, la chitarra ha un colore sporco ma ancor più robusto e urticante (pur rimanendo classica), mentre la batteria essenziale è dotata di groove e suona poderosa. Tutto è riassumibile in tre parole: gravità, distorsione e intensità. Ovvero un'incessante e amorosa palpitazione cardiaca con pochi scampoli di quiete.

“Dammi tutto l'amore / quello per cui si muore / nella gioia e nel dolore” cantano in “Ostinato amore” e potremmo considerare questi i versi programmatici di un disco che dell'amore canta tutto e il contrario di tutto, travolgendo e stravolgendo gli stereotipi. I testi, scarni e diretti, sono sensuali e poetici, procedono con un'andatura intenzionalmente ricorsiva e carica di parole di senso, inquiete, magari crudeli, ma catartiche. Una catarsi che è la vitale e inaspettata contraddizione dell'amore, come se Eros bestemmiasse tutti i santi, Beatrice si ubriacasse di retzina e la donna vampiro proteggesse un avvelenato succhiandogli tutto il sangue. L'amore dei MOOSTROO è sommamente carnale, ma è anche gabbia e salvezza, patibolo e luce, una questione di angeli e macellai che al contempo soffoca, incanta, uccide e rasserena.

Per una dolcissima e denudante ballad di folk elettrificato come il primo singolo “Meteora” c'è lo scannatoio elettrico di “Spolpami” e se “Cadavere” ricorda che l'amore cova in sé l'a-morte, “Usura” inveisce contro il denaro che l'amore svuota. Quest'ultima vede la partecipazione di Luca Barachetti (Bancale, Barachetti / Ruggeri) che firma e canta il testo, ospite del disco insieme a Leonardo Gatti che con il suo violoncello amplia la gamma sonora delle tracce, mentre Giuseppe Falco (Le Capre a Sonagli) sparge noise in “Ostinato amore”. Tre contributi che rinforzano un disco febbrile e immediato, con la spigolosità di una favola per adulti che è proprio il contrario di una favola disneyana. Perché alla fine la Bestia MOOSTROO non si trasformerà in un uomo grazie all'amore della Bella, ma certamente quell'amore contrastante e complicato gli permetterà di sopravvivere a sé stesso e al mondo.

Dulco Mazzoleni, voce, chitarra classica con distorsioni; Francesco Pontiggia, basso, basso a due corde; Igor Malvestiti, batteria – parole Dulco eccetto USURA di Luca Barachetti (e voce) – autori Mazzoleni/Pontiggia – Leonardo Gatti violoncello; Giuseppe Falco, chitarre in OSTINATO AMORE - registrato e mixato da Francesco Invernici (Omicron Studio) – preproduzione Stefano Gipponi - mastering Maurizio Giannotti (Newmastering High-End) - art graphic e foto Alessandro Villa - produzione artistica Francesco Pontiggia - produzione esecutiva MOOSTROO – dischi #hashtag.

BOOKING MANAGEMENT
booking.hashtag@gmail.com
339.1170138 (Guido Bertazzoni)
342.8012588 (Alez)
www.hashtagpunto.com

UFFICIO STAMPA
info@macrameufficiostampa.it
328.3691845 (Corrado Maffioletti)
349.6106668 (Luca Barachetti)
www.macrameufficiostampa.it

moostrootrio.wixsite.com/moostroo

RECENSIONI AL DISCO:

da MUCCHIO (Novembre 2016): "Due anni e mezzo dopo l'omonimo esordio, il trio bergamasco ci offre una conferma con le dieci canzoni di "Muscica per adulti", sempre sul filo di una formula post-punk tanto curata nella sua ostinata essenzialità quanto poetica eppure spietata nel contenuto e talvolta pure nella forma". 

da BLOW UP (Novembre 2016): "Un basso pulsante e una voce slabbrata, nudità noise e funk tignoso, i muscoli del primo Nick Cave e i nervi a fior di pelle". 

da RUMORE (Novembre 2016): "E' un rock italiano maturo quello del trio bergamasco, enfatico il giusto e con testi sopra la media". 

da ALIAS (Febbraio 2017): "Trio bergamasco al secondo disco, con qualche ospite, avvince e convince".

da IMPATTO SONORO: "Un lavoro splendido, che spazia abbastanza da ammiccare alla sperimentazione senza finire nell’incapacità di essere solidi, che non prenderà forse dal primo ascolto perché deve crescere un po’ dentro, deve farsi ascoltare per poter comunicare tutto quello che ha da dire".
www.impattosonoro.it/2016/11/28/recensioni/moostroo-musica-adulti-recensione/

da BUSCADERO: "il loro maggior pregio è quello di tenere bene in mano tutte le varie componenti musicali, i loro brani sono declinati attraverso una sintassi che presenta numerose sfaccettature, per niente nostalgica e proprio per questo vitale, eclettica e ricca di personalità".
backstreetsbuscadero.wordpress.com/2016/12/01/moostroo-musica-per-adulti/

da IL FATTO QUOTIDIANO (16/12/2016): "Lo spirito è decisamente blues, le sonorità e le liriche piacevoli per chi è cresciuto a pane e indie d'autore".
www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/un-po-nirvana-allitaliana-ma-per-adulti-soltanto/

da INTERNAZIONALE (20/12/2016): "A volte basta guardare sopra il livello del proprio naso per trovare il sereno, per vedere il cielo che si stende". 
www.internazionale.it/opinione/pier-andrea-canei/2016/12/20/trascendenze-metal 

da ROCKIT: "Un lavoro obliquamente panoramico e (anche sociologicamente) descrittivo dove resa e rinascita, estasi e sofferenza, si danno vicendevolmente il cambio".
www.rockit.it/recensione/36241/moostroo-musica-per-adulti

da L'ISOLA CHE NON C'ERA: "Tra quanto c’è di interessante ed innovativo in questo lavoro c’è proprio lo spingersi sempre verso il limite, tenendosi però uno spazio ”di manovra” sufficiente in cui giocarsi tutte le idee su piani meno diretti e più articolati".
www.lisolachenoncera.it/rivista/recensioni/musica-per-adulti/

da MUSICMAP: "Già dal secondo ascolto avrete coscienza di aver investito bene sul MOOSTROO. Un trio preparatissimo, con un background tutt’altro che esile, che sferza colpi geniali". 
www.musicmap.it/recdischi/ordinaperr.asp?id=4991 

da DISTORSIONI: "Cantautori della provincia che hanno imbracciato chitarra, basso e batteria, buttandosi su una ritmica da cara vecchia Stax, con sfuriate ai limiti del post-rock ma ben stemperate nella vena malinconica del timbro baritonale".
www.distorsioni.net/rubriche/fermoposta/fermoposta-it/musica-per-adulti

da TRACKS MUSICA INDIPENDENTE: "Disco rumoroso e convinto, il nuovo dei Moostroo riesce a miscelare con cautela e saggezza elementi diversi. L’energia si accoppia con la qualità della scrittura, in un album che finisce per essere ricco di sensazioni diverse e pieno di canzoni che si ha voglia di riascoltare".
www.musictraks.com/moostroo-musica-per-adulti-la-recensione.html

da RADIOCOOP: "Musica per adulti" fotografa un momento di notevole creatività, freschezza artistica e consolidamento della personalità". 
www.radiocoop.it?p=6280 

da INDIPERCUI: "Una musica per adulti confezionata puntigliosamente dove le incursioni dell’underground distorto sfiorano un concetto elettrizzante e penetrante, che non cerca sicuramente le mezze misure". 
indiepercui.altervista.org/moostroo-musica-adulti-autoproduzione/ 

da DISTOPIC: "Le canzoni hanno un taglio sfacciato e Dulco Mazzoleni dà ampio spazio alla sua teatralità vocale". 
www.distopic.it/moostroo-musica-adulti/

da MUSICTRAKS: "Disco rumoroso e convinto, il nuovo dei MOOSTROO riesce a miscelare con cautela e saggezza elementi diversi. L’energia si accoppia con la qualità della scrittura, in un album che finisce per essere ricco di sensazioni diverse e pieno di canzoni che si ha voglia di riascoltare".
www.musictraks.com/moostroo-musica-per-adulti-la-recensione.html

da CORRIERE DELLA SERA – BERGAMO (15/11/2016 pag. 11): “Dopo l’esordio con il disco omonimo che raccontava storie a volte tragiche, di provincia e aver macinato una settantina di date in un paio d’anni, la band affronta il tema del desiderio, della carnalità e dell’ossessione. Le note sono ancora più essenziali e in tensione. I testi sono minimi, concisi e diretti, lirici e sensuali”.

da VORREI: "Il percorso dei MOOSTROO si fa quindi sempre più interessante e personale, un’isola di qualità ed idee nel mare piatto della scena indipendente italiana". 
www.vorrei.org/culture/10212-moostroo-alla-ricerca-dell-amore.html

da ROCK GARAGE: "questo è un lavoro che va ascoltato a fondo per essere capito e apprezzato così che se ne possa cogliere la profondità godendo, perché no, anche dell’equilibrata produzione che risulta perfetta per enfatizzare un genere così particolare".
www.rockgarage.it?p=56535

da MUSICALNEWS: "La band ci propone dieci canzoni che hanno un elemento comune da un punto di vista intellettuale: la perdita della innocenza. Il disco parla della trasformazione dell'amore dall'età dell'innocenza a quella degli adulti".
www.musicalnews.com/articolo.php?codice=34619&sz=4

da ARTISTSANDBANDS: "Come affrontare 10 viaggi in musica, dall’Inferno al Purgatorio, passando per pochi scampoli di Paradiso. Se ciò non vi turba, salite a bordo del MOOSTROO per vivere catartiche esperienze e visioni contraddittorie , in un enfasi di sentimenti che ammaliano con dolcezza ma che deflagrano in un nanosecondo".
www.artistsandbands.org/ver2/recensioni/recensioni-in-pillole/8485-moostroo-musica-per-adulti

da As Simple As Passion FANZINE: "Cambiano i Moostroo ma senza rinnegare le loro radici, facendo in modo che Musica Per Adulti rappresenti un’evoluzione e non un distacco verso altri lidi. Manca un po’ l’irriverenza di alcuni testi, ma dove la band perde in ironia e ferocia ne guadagna in poetica, impedendo quindi di uscire insoddisfatti dall’ascolto di questo secondo capitolo di una si spera lunga carriera". 
asapfanzine.blogspot.it/2016/11/la-musica-per-adulti-del-nuovo-album.html

da In Your Eyes ezine: "Con questo secondo album i Moostroo compiono un notevole passo in avanti. Quanto proposto, infatti, suonando decisamente maturo, personale e convincente, tiene assorti per tutta la sua durata, regalando diversi momenti di alta qualità. Dieci brani carichi di passione, sentimento, rabbia e personalità".
www.iyezine.com/moostroo-musica-adulti

da BERGAMONEWS: "Tutto è ridotto all’osso, tutto è lineare e affascinante. L’album appare così come un piccolo romanzo breve".
www.bergamonews.it/2016/12/05/lultimo-album-dei-bergamaschi-moostroo-essenziale-lineare-affascinante/240508/

INTERVISTE

da RADIO NUOVA IN BLU - DOLCE FAR NIENTE (12/11/2016): 
www.youtube.com/watch?v=lsoaGhZZ46Y&feature=youtu.be

da RADIO ONDA D'URTO - BARAONDA D'URTO (18/11/16): 
baraonda.radiondadurto.org/2016/11/26/intervista-moostroo-venerdi-18-novembre-16/ 

da RADIO ATLANTA - SAFE AND SOUND (30/11/2016):
www.radioatlanta.it/safe-and-sound-lamore-maschio-e-lamore-femmina/

da RADIO PIANETA - BASSA FEDELTA' (08/12/2016 - a 1h 20''): 
www.mixcloud.com/lucabassani/08122016-bassa-fedelt%C3%A0-on-air-con-interviste-a-tre-allegri-ragazzi-morti-lapingra-e-moostroo/

da IMPATTO SONORO (16/12/2016): 
www.impattosonoro.it/2016/12/16/interviste/intervista-ai-moostroo/ 

da TRACKS MUSICA INDIPENDENTE (09/01/2017): 
www.musictraks.com/moostroo-il-paradosso-degli-eterni-esordienti.html

da BE.BEAP (20/01/2017): 
bbp.pizza/28840-moostroo-musica-per-adulti.html

da RADIO POPOLARE (20/01/2017): 
www.radiopopolare.it/podcast/jack-di-ven-2001/

credits

released November 14, 2016

THANKS: Luca Barachetti, Corrado Maffioletti, Alez Giovanniello, Gianluca Gnata, Andrea Lollio, Stefano Gipponi, Marco Luppi, Andrea Lombardi, Francesco Pitone, Teo Raul Motta, Simone Maffioletti, Giovanni Fenili, Luciano Togni, Mattia Vavassori, Michele Dal Lago, Andrea Bontiempo, Marco Riva, Serena Nena Fortunato, Le Capre a Sonagli, Carmen Cangiano, Francesco Donadoni, Jean-Luc Stote, Dino Enne, Aleessandro Adelio Rossi, Diana e Alice, Jabberwocky, chi ci spolpa e chi ci ama.

tags

license

all rights reserved

about

MOOSTROO Bergamo, Italy

Dulco Mazzoleni, voce e chitarra, Francesco Pontiggia basso e Igor Malvestiti batteria.
Cantautorato rock con attitudine punk.
Ritmiche incalzanti e articolate, uso caratteristico della silent-guitar classica distorta, alternanza tra basso a due corde, testi biografici visionari e crudi, un canto tagliente, ironico e profondo.
In sterco veritas!
... more

contact / help

Contact MOOSTROO

Streaming and
Download help

Track Name: Meteora
SEI PIOVUTA COME UNA METEORA CHE MI PERFORA IL CORPO
IO FUNAMBOLICO E SOSPESO ARRESO ALLA TUA ARTE
CHE FAME D’AMORE CHE SENSO DI PACE
PIÙ IMMENSA DEL CIELO LA MENTE CHE TACE
E L’EQUILIBRIO VACILLA
E IL VUOTO SI ARRENDE
LA TUA PICCOLA VOCE E SI ATTENUA LA LUCE
TARDIVA O PRECOCE LA VITA È VELOCE
NEL TEMPO FUGACE L’AMORE CI CUCE
Track Name: Spolpami
ABBRACCIAMI, STRINGIMI FORTE,
SPEZZAMI LE VERTEBRE, FAMMI SENTIRE
CHE VALGO UNA MACELLAZIONE,
SUCCHIAMI IL MIDOLLO, SPOLPAMI.

TI RITROVERAI LA MIA VITA NEL SANGUE,
MI APPROPRIERÒ DI TE E POI MI FARÒ RE PER SEMPRE.

IO MI OFFRO IN SACRIFICIO PER TE
E QUANDO MI AVRAI FINITO PER BENE,
TI NUTRIRAI DI ME,
IN SEGNO DEL TUO AMORE, DIVORERAI IL MIO CUORE.
Track Name: Regalami
REGALAMI UN SORRISO LIBERO E SINCERO,
LA TENEREZZA, CHE È BELLA DAVVERO,
LA VITALITÀ, LA LUCE NEI TUOI OCCHI ,
UN FUOCO DI VOGLIE, DI BACI, DI SCHIOCCHI.
IL CIELO SI STENDE. SI FERMA LA PIOGGIA.
LA NOTTE SI ARRENDE ALLA VITA CHE ALBEGGIA.
SEI TU MIA BELLEZZA, MIA GIOIA, MIA VITA,
PIÙ NIENTE VACILLA, LA TEMPESTA È FINITA.
REGALAMI TANTO, REGALAMI TUTTO,
REGALAMI IL TEMPO PRIMA CHE TORNI BRUTTO.
IL CIELO SI STENDE. SI FERMA LA PIOGGIA.
LA NOTTE SI ARRENDE ALLA VITA CHE ALBEGGIA.
Track Name: Ostinato amore
DAMMI IL GRANDE GODIMENTO
CHE SOSPENDE IL TEMPO
E TUTTO SI FA LENTO.

TUTTO, DAMMI TUTTO L’AMORE,
QUELLO PER CUI SI MUORE
NELLA GIOIA E NEL DOLORE.

BRUCI, BRUCI IL MALE DEL MONDO
IN UN ABBRACCIO PROFONDO,
NON PERDIAMO UN SECONDO.

E POI NIENTE, NIENTE PIÙ CATENE,
BRUCEREMO INSIEME
SENZA DARCI PENE.
Track Name: Oblio
UMIDA GIOIA AMMANTATA DI BELLEZZA
SODA PIETANZA DOLCE EBREZZA
DONNA FOCOSA BOCCA SINUOSA
INTENSO AROMA DI VOGLIA GOLOSA

SGUARDO VELATO DI TENEREZZA
SEI GENEROSA PREDA CHE AMMAZZA
E TRA NOI DUE PIÙ NESSUNO È LO STESSO
PRECIPITIAMO NELL’OBLIO DELL’AMPLESSO

IO NON HO CUORE FINGO LA LEGGEREZZA
MA TU SEI PURA DOTATA DI SAGGEZZA
SONO NESSUNO NIENTE MI CONSOLA
CANE MALATO CAPPIO ALLA GOLA

UMIDA NUDA AMMANTATA DI BELLEZZA
SODA PIETANZA DOLCE EBREZZA
TU E SOLO TU PER UN’ORA SOLA
MADIDA GIOIA NODO IN GOLA
Track Name: Cadavere
SEI UN CADAVERE
ED IO TI SEPPELLIRÒ
AMORE MALATO
MI HAI TOLTO TUTTO IL FIATO

SPARISCI PER SEMPRE
LIBERA LA MIA VITA
FALLO IN MODO ELEGANTE
VUOTAMI LA MENTE

A GHOST IN THE GRAVEYARD
WANTS THE UNDERTAKER GONE

HO DORMITO
CON TUTTO IL MALE DEL MONDO
SEI UNA FERITA
RIMARGINATA APPENA

LASCIAMI STARE
VESTO DI SCURO DOLORE
ORA SPROFONDA
SEPOLTA TRA I RICORDI

A GHOST IN THE GRAVEYARD
WANTS THE UNDERTAKER GONE
Track Name: Usura
QUANDO SMISERO I RE
RICOMINCIARONO I BANCHIERI
A CUI NON TAGLIARONO TESTE
PERCHÉ NON C'ERANO TESTE
A CUI NON TOLSERO SPADE
PERCHÉ NON C'ERANO GUARDIE:
COME PUOI FERMARE LA PESTE?
COME PUOI TENERE A FRENO LE BESTIE
D'USURA?

USURA, TIGRE VIOLA, CONTRO NATURA,
CREPA NELLA CASA, PISCIO NELLA CHIESA,
AMORE CHE SFARINA, CARNE CHE INCANCRENA
IN UN SOLO ORDINE: MORDERE E VENDERE, VENDERE E MORDERE
PER USURA

USURA, STERCO DEL NULLA, BOLLA CHE STROZZA
ARTE RAGIONIERA CHE TI LECCA E POI S'INGOZZA
TARLO DELLA FAME NELLA TELA DELL'UMANO
E TREMORE DELLA MANO CHE LAVORA E S'INGINOCCHIA
PER USURA

USURA, GIGA DI VUOTO E GONFIA SANGUISUGA
CHE SUCCHIA I GIORNI, E LASCIA PERSI I CORPI
PSICHICI CHIMICI PLASTICI, MADRE DI ABORTI
PRIMA DEGLI UMORI, PRIMA CHE MUORI DENTRO E POI RIMUORI FUORI SEMPRE
PER USURA

USURA, UBRIACA D'USURA,
DI DENARO PER DENARO:
TUTTO SI USURA D'USURA
TUTTO SI USURA D'USURA
TUTTO SI USURA D'USURA
ANCHE L'USURA SI USURA
ANCHE L'USURA SI USURA
GIÀ QUI, ORA.
Track Name: Sul ciglio
A UN PALO L’ASFALTO MI LASCIA
COME UN FIORE CHE MUORE
IN UN MALODORE
DI PISCIO E STERPAGLIA
SUL CIGLIO DELLA STRADA

LA POLVERE COLOR FANALE
SALE COME LA NEBBIA
UN’AUTO MI ASSEDIA
UN SORRISO STIRATO
SUL CIGLIO DELLA STRADA

ONE TWO THREE AND FOUR
CALL ME QUEEN AND NOTHING MORE
FIVE SIX SEVEN EIGHT
ALL YOU GET IS WHAT YOU PAY FOR

UN’OMBRA DA QUEL FINESTRINO
IL BUIO CHE PARLA
LA VITA AD ORE
DENARO E BRUCIORE
SUL CIGLIO DELLA STRADA

IL MIO CORPO
A UN PREZZO VIOLATO
ODOR DI SUDATO
LO SGUARDO ALIENATO
NESSUN SINDACATO
SUL CIGLIO DELLA STRADA

ONE TWO THREE AND FOUR
CALL ME QUEEN AND NOTHING MORE
FIVE SIX SEVEN EIGHT
ALL YOU GET IS WHAT YOU PAY FOR

ED ORA
CHE SEMBRO FERITA
RAGAZZA DI VITA
QUALCOSA SVANISCE
LA NOTTE FINISCE
SUL CIGLIO DELLA STRADA

ONE TWO THREE AND FOUR
CALL ME QUEEN AND NOTHING MORE
FIVE SIX SEVEN EIGHT
ALL YOU GET IS WHAT YOU PAY FOR
Track Name: Lacci
UN GIORNO NORMALE UN UOMO CONTENTO
UN PICCOLO UOMO SENZA ALCUN TORMENTO
SI METTE A CONTARE CAMMINANDO I SUOI PASSI
CONTANDO LE STELLE CONTANDO I SASSI
CONTA E RICONTA GIORNATE INTERE
LAVORA POI SMONTA COSÌ TUTTE LE SERE

NON C’È DA CAPIRE È UN SERENO MESTIERE
GLI BASTA CONTARE COME UN PALLOTTOLIERE
DENTRO LA TESTA CONTA LE VOCI
QUELLE AMOROSE QUELLE FEROCI
E QUESTO SUO MONDO CHE CRESCE NEL TEMPO
HA IL SENSO PROFONDO CHE DA’ IL GODIMENTO

NEL CIELO IN UNA STANZA ORA CONTA LE GOCCE
DI QUELLA SOSTANZA CHE STORPIA LE FACCE
CHE SERVE A PLACARE IL BISOGNO DI CONTARE
I LACCI DELLA CAMICIA CHE NON SI PUÒ SLACCIARE
SIGNOR CAMICE BIANCO ADESSO CHE CI PENSO
SU QUESTO FREDDO BANCO
QUANTO CONTA IL MIO ASSENSO
Track Name: Umore nero (acustica)
MI SENTIVO BENE ORA NON MI VEDO INTERO
SONO COME UN ALTRO ED IL CIELO È CAPOVOLTO

CERCO UN ALTRO MONDO SONO MORTO
NESSUNO È MAI RISORTO ED IL DESTINO È CORTO

TUTTO ATTORNO TUONA E POI SAETTA
IL TEMPO VA DI FRETTA E SON D’UMORE NERO

SOTTO QUESTA PIOGGIA SAREI UN DURO
IN QUESTO CIMITERO CON IN BOCCA UN BEL SILURO

“MA CHE FRETTA C’ERA?” È CHE IO NON HO AVUTO TEMPO
ORA CAPISCO TUTTO MA CONVIENE STARE ZITTO

PER POTER CAPIRE ALLORA GIACCIO
C’È VITA NEL MIO CORPO CHE MI UNISCE ALL’ALTRO MONDO

CONDANNATO A SVANIRE MA CHE PUTIFERIO
ALMENO UN DESIDERIO PER POTERMI ACCONTENTARE

DI SICURO OGGI HO SMESSO DI PENARE
ALMENO AL FUNERALE FATEMI FUMARE